Storia

Calzature su Misura in Liguria

Photogallery

L’attività ha inizio nel dopoguerra, quando Luigi Fassone costruiva scarpe in una stanza della sua abitazione a Pieve d Teco e come lui circa duecento persone di questo borgo situato nella Valle Arroscia producevano artigianalmente scarpe, calzando anche l’esercito italiano.

Negli anni ’60, Luigi trasferì il suo laboratorio casalingo in via Mazzini 4, (dove è situato tuttora), un locale aperto al pubblico continuando a produrre calzature su misura.

Con il nascere dell’industria calzaturiera iniziò a vendere anche scarpe prodotte da calzaturifici e a intervenire sulle riparazioni di quest’ultime.

L’attività nel corso degli anni è poi passata al figlio Aldo, il quale affiancò ai loro prodotti artigianali sempre di più il prodotto calzaturiero e di conseguenza le  nuove tecniche di riparazione per le calzature prodotte a livello industriale.

Negli anni ’80 Aldo iniziò ad insegnare l’arte al figlio Franco, il quale negli anni ’90 con l’aiuto del papà ha inaugurato un nuovo punto vendita di fronte al laboratorio specializzandosi anche nella vendita di calzature tecniche  con le migliori marche del settore.

Dopo più di cinquant’anni nel settore calzaturiero Aldo ha lasciato l’arte al figlio, che nel 2009 ha ristrutturato il laboratorio mantenendo però quel pavimento tipico di pietra che vide passare gli scarponi chiodati, “con le brocchette”, dei partigiani.

Il nuovo laboratorio ora è fornito di macchine di ultima generazione per un servizio al passo con i tempi.

Nel negozio di fronte al  laboratorio, la sorella Simona si occupa con Franco della vendita di calzature prontomoda e articoli tecnici (calzature da montagna, trekking e caccia), per soddisfare le esigenze di tutta la clientela.